Mondiale di Calcio

Stadio Arena Amazônia

maxresdefault

L’Arena Amazônia è uno stadio di calcio che sorge nella città di Manaus, in Brasile. Lo stadio si trova dove un tempo si ergeva l’Estádio Vivaldo Lima, demolito proprio per fare posto alla nuova costruzione.

L’architetto del progetto è Ralf Amann. Il nuovo stadio ha una capacità di 42.374 persone e sarà utilizzato durante le partite della Coppa del mondo di calcio del 2014.

L’arena, la cui architettura è ispirata alla foresta amazzonica che circonda la città di Manaus, sorge in posizione strategica tra l’aeroporto e il centro storico della capitale di Amazonas, costruita secondo i più moderni criteri di sostenibilità.

Secondo il progetto l’Arena Amazônia avrà una capacità di 42.374 persone, avrà ascensori, 400 posti auto sotterranei, sarà accessibile per le persone disabili, possiederà ristoranti, un sistema di raccolta dell’acqua piovana, una stazione di trattamento delle acque reflue e una ventilazione naturale per ridurre il consumo di energia.

Strategicamente situata sul viale principale della città nel luogo precedentemente occupato dallo Estádio Vivaldo Lima, l’Arena Amazônia sorge accanto al sambodromo di Manaus, il nuovo Centro Congressi e l’Arena Poliesportiva Amadeu Teixeira. La zona è vicina ad alberghi, ospedali, banche, centri commerciali, supermercati e ristoranti, ad una distanza di circa 6 km dal centro storico della città.

Sostenibilità

Con l’obiettivo di rendere l’Arena Amazônia il primo edificio della Amazzoni a raggiungere la certificazione LEED (acronimo inglese di Leadership in Energy and Environmental Design), la certificazione assegnato dal Green Building Council per gli edifici verdi, si è cercato di soddisfare i requisiti ambientali riguardo alla demolizione del vecchio Estádio Vivaldo Lima, per esempio riutilizzando il 95% dei materiali rimossi.

La stessa filosofia, che mira a ridurre i materiali e all’efficienza dei processi, è stata usata durante la costruzione

Inoltre, ingegneria e tecnologia sono state sviluppate per garantire un’elevata efficienza energetica dei sistemi idraulici e nell’arena saranno utilizzati materiali sostenibili, come pavimenti di porcellana verde e gomma naturale.

L’acqua piovana, per esempio, sarà conservata per un uso successivo nei bagni e per l’irrigazione del prato. La luce del sole, abbondante in questa parte del paese, genererà energia pulita e rinnovabile. Infine, alcune pareti vegetali contribuiranno alla riduzione dei costi energetici e, soprattutto, controlleranno la temperatura all’interno dello stadio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *